Vuoi chiedere una consulenza psicologica? Questi 5 minuti sono preziosi

Secondo il senso comune il primo contatto telefonico con uno psicologo ha il solo scopo di 

✔ fissare un appuntamento nel più breve tempo possibile.

Nelle prossime righe ti spiegherò cosa aspettarti dalla prima telefonata con uno psicologo della durata di circa 5 minuti e come ricavarne informazioni preziose.

Comincio con il dirti che, oltre a quello accennato, un secondo buon motivo per contattare uno psicologo è semplicemente

ottenere informazioni.

Infatti, se non sei convinto di chiedere una consulenza psicologica perché hai dei dubbi sulla durata, il costo, l’utilità e l’impegno richiesto, puoi contattare il professionista che ti aiuterà a far chiarezza su questi aspetti.

Qualche volta ti sarà capitato, come capita a molte altre persone, di pensare di chiedere una consulenza ad un professionista della salute ma poi hai finito con il procrastinare questa scelta, restando con dubbi, domande e problemi.

Ecco, diciamo che fintanto che non chiami non puoi confrontarti con il professionista e dunque sapere se il servizio che offre può fare al caso tuo.

➡️ Una semplice telefonata può aiutarti a non perdere tempo inutilmente.

➡️ E ricorda che la telefonata non ti vincola alla consulenza di persona.

Anzi, se non sei sufficientemente convinto e motivato, puoi telefonare per chiedere informazioni precise, ma non ti conviene iniziare un percorso psicologico.

Sai perchè?

La motivazione è la base portante del cambiamento.

Chiarito questo, la prima telefonata è un’occasione utile per farti un’idea del professionista che sta dall’altra parte del telefono e di come lavora.

Sì, proprio così.

Ma aspetta, per spiegarti questo punto, ho da chiederti di seguirmi nel ragionamento.

Immagina di aver selezionato lo psicologo al quale rivolgerti per affrontare il problema che ti crea sofferenza.

Ora vuoi telefonare per fissare un appuntamento. Giusto?

Come ho scritto poco sopra, per molte persone la parte più difficile è proprio questa: la prima telefonata 📞.

Ho dunque pensato di descriverti cosa succede quando contatti telefonicamente uno psicologo.

⭕ Le informazioni che ti sto per dare ti saranno doppiamente utili. Pensaci bene, poter anticipare ciò che accade in una specifica situazione è un ottimo rimedio contro l’ansia dell’ignoto 😉 (VANTAGGIO N.1).

⭕ Darti queste informazioni può esserti d’aiuto per capire se il servizio offerto è ciò che stai cercando (VANTAGGIO N.2).

Nelle righe che seguono ti scriverò una “TELEFONATA TIPO” tratta dalla mia esperienza.

In linea di massima puoi utilizzare questa ipotetica telefonata come linea guida per sapere cosa devi aspettarti da ciò che accade nella realtà.

Innanzitutto, durante la telefonata possono verificarsi queste due situazioni:

1. il paziente trova la segreteria telefonica;

2. il paziente parla direttamente con me.

Quando il paziente trova la segreteria telefonica

In questo caso è fondamentale che lasci le seguenti informazioni:

1. dire che desidera parlare con lo psicologo;

2. il nome, cognome e numero di telefono;

3. la fascia oraria in cui vuole essere richiamato.

Quando il paziente trova la segreteria telefonica, non è necessario che specifichi il motivo della chiamata. Avrà l’occasione di parlarne direttamente quando lo ricontatterò.

Dopo che ha lasciato il messaggio in segreteria, rimane dunque in attesa di essere richiamato.

Di solito lo richiamo entro poche ore, certamente lo stesso giorno (a meno che non ha chiamato di sera, nel qual caso richiamo il paziente il giorno seguente).

Quando il paziente parla direttamente con lo psicologo

Quanto scrivo nelle prossime righe riguarda sia la situazione in cui richiamo le persone dopo che mi hanno lasciato un messaggio in segreteria sia quando non è attiva la segreteria telefonica e rispondo direttamente alle telefonate.

In entrambe le situazioni idealmente si verifica quanto segue:

1. mi presento;

2. il paziente dice che vuole fissare un appuntamento;

3. domando alla persona che mi contatta come ha avuto il mio nominativo (l’ha trovato in internet; le è stato consigliato da qualcuno);

4. domando il motivo della chiamata e alcune informazioni come l’età, lo stato civile, la presenza di eventuali sintomi ecc.

5. propongo un giorno e un’ora per incontrare il paziente, a non più di una settimana o dieci giorni di distanza;

6. la persona che mi ha contattato si prende l’impegno per il giorno e l’ora concordati (per il primo appuntamento può essere richiesta una certa flessibilità, dovuta al fatto che spesso gli orari serali sono quelli più richiesti. Tuttavia, se vi è una situazione di emergenza, la tengo in considerazione).

7. il paziente mi domanda qual è la spesa che deve sostenere per la consulenza psicologica.

8. fornisco indicazioni chiare su come raggiungere il mio studio (indirizzo, nome sul citofono, piano del palazzo o altre indicazioni).

9. il paziente conferma l’appuntamento e ci salutiamo.

Questo è tutto.

Se non ho ore disponibili in cui incontrare il paziente, invio la persona ad un altro terapeuta.

Bene, come promesso all’inizio dell’articolo, ora ti spiego perché i 5 minuti della prima telefonata sono preziosi.

Se mi hai seguito fin qui, avrai capito che la prima telefonata non è mai solo un modo per prendere un appuntamento.

E’ anche una preziosa occasione per ricavare informazioni sullo psicologo che si trova dall’altro capo del telefono.

Se stai cercando uno psicologo al quale parlare dei tuoi problemi, trovare un professionista che già durante la prima telefonata ti dia delle informazioni esaurienti sul servizio che offre, ti chiede se hai delle domande da fare o quant’è la sua parcella, è un buon modo per capire come lavora il professionista e per avere le informazioni necessarie a decidere se intraprendere il tuo percorso verso il cambiamento.

Giunto fino a qui, pensi ancora che la prima telefonata ad uno psicologo serva solo a fissare un appuntamento?

****

Sei già iscritto alla mia Newsletter? Se ti piacciono i miei articoli, fallo subito, così non ci perderemo di vista e riceverai tutti gli aggiornamenti scritti appositamente per te! Le istruzioni in questo link

Archiviato in ARTICOLI

Vai alla pagina PSICOLOGIA

Vuoi chiedere una consulenza psicologica? Questi 5 minuti sono preziosi
5 (100%) 1 vote

Mara Vesco

Sono una psicologa, mi appassionano le storie e le emozioni che accompagnano ogni vita, rendono unico ogni essere umano e il suo contesto familiare. Credo nel cambiamento e nell'importanza della comunicazione come strumento per migliorare la relazione con noi stessi e con gli altri. Lavoro da anni con le famiglie, in particolare mi occupo di disabilità visiva e di genitorialità. Seguimi su Google+