La depressione raccontata per immagini

Come far capire a chi non ha mai sofferto di depressione quali sono i vissuti che accompagnano questa condizione di sofferenza psicologica? Non è semplice, le parole sono importanti, ma a volte non bastano. E allora possiamo provare con le immagini. Vi propongo il progetto “Soul Pain” del fotografo torinese Vanni Stroppiana. Vi invito a guardare queste immagini dalla prima all’ultima, come se fossero il racconto di una storia che inizia con un cielo grigio e buio, metafora della fatica, della pesantezza e delle difficoltà quotidiane e termina con la fotografia di un cielo nel quale le nuvole, seppur presenti, si sono squarciate, lasciando passare la luce del sole, metafora della speranza che ritorna.

L’autore di questo progetto è stato particolarmente attento a focalizzare l’attenzione su diversi aspetti dell’esperienza depressiva. Ogni foto rappresenta uno stato d’animo ben definito, profondamente e umanamente vissuto.

Alcune immagini sono autoscatti in cui il fotografo punta l’attenzione su particolari del volto: le rughe della fronte e dunque i mille pensieri che passano per la testa; la piega della bocca e l’espressione degli occhi per rappresentare la tristezza e la malinconia.

La depressione è una condizione clinica che si manifesta su tutto il corpo con sintomi quali la stanchezza perenne, la sensazione di freddo, le alterazioni del sonno e dell’appetito. Anche la percezione del tempo cambia, il tempo pare fermarsi, diventa interminabile.

Per chi soffre di depressione ogni giorno è vissuto come un percorso in salita, iniziare la giornata al mattino diventa un’impresa perché il mondo e la vita appaiono tristi e senza colori, ci si ritrova rannicchiati su sé stessi, in posizione di chiusura, come nelle immagini proposte dal fotografo.

Nel progetto fotografico Stroppiana propone alcune immagini che riguardano il passato, l’infanzia, come a indicare che la strada per uscire dal vissuto depressivo può passare anche attraverso il recupero degli affetti familiari, dei valori più cari e dal mettere ordine fra i pensieri.

Nel complesso le foto sono molto espressive e suscitano tante altre riflessioni. Io mi fermo qui, anche se ci sarebbe molto altro da dire.

Ora vi invito a GUARDARE LE 29 FOTOGRAFIE di Vanni Stroppiana. Buona visione!

****

Per qualsiasi informazione o per richiedere una consulenza contattami pure al numero 366.1603769.

****

Sei già iscritto alla mia Newsletter? Se ti piacciono i miei articoli, fallo subito, così non ci perderemo di vista e riceverai tutti gli aggiornamenti scritti appositamente per te! Le istruzioni in questo link

Archiviato in ARTICOLI

Vai alla pagina SALUTE

La depressione raccontata per immagini
Vota questo post

Mara Vesco

Sono una psicologa, mi appassionano le storie e le emozioni che accompagnano ogni vita, rendono unico ogni essere umano e il suo contesto familiare. Credo nel cambiamento e nell'importanza della comunicazione come strumento per migliorare la relazione con noi stessi e con gli altri. Lavoro da anni con le famiglie, in particolare mi occupo di disabilità visiva e di genitorialità. Seguimi su Google+