Inizia qui

inizia da quiMolte persone credono che il mio lavoro sia curare i matti.

Molti altri pensano che ad andare dallo psicologo siano i deboli, coloro che non sono sufficientemente forti da farcela da soli.

Molti ancora pensano che lo psicologo sia un professionista che legge e manipola la mente altrui.

Altri pensano che non sia possibile migliorare la propria condizione psicologica semplicemente parlando.

Altri ancora pensano che rivolgersi ad uno psicologo sia utile per diventare più competitivi e performanti.

Io non credo in nulla di tutto ciò.

 

Purtroppo, per mancanza di conoscenza, queste idee sono molto diffuse nell’immaginario collettivo.

Ma qualcuno va oltre gli stereotipi.

PERCHE’ PARLARE CON UNO PSICOLOGO

Una premessa importante.

Il benessere non è assenza di problemi.

Viviamo in una società in cui  la sofferenza è considerata un problema da risolvere e non una dimensione vitale.

Questa società sempre di più ci considera adeguati ed efficienti solo se rispondiamo a certi modelli che ci dicono come dobbiamo essere, come dovremmo essere e come non va bene che siamo.

In questa società spesso il malessere e il disagio emergono come senso di vuoto, di sradicamento, di solitudine, di inadeguatezza.

C’è chi affronta la sofferenza fuggendo dai problemi.

C’è chi affronta la sofferenza negando i problemi.

Ma c’è anche chi, con coraggio, intraprende un altro sentiero, che lo porta a confrontarsi con l’ACCETTAZIONE DI SE’ e della propria esperienza di vita.

Questo è ciò in cui credo.

Qui sta il senso del parlare con uno psicologo: dedicarsi uno spazio di ascolto e di dialogo, per affrontare la sofferenza, per appropriarsi di sé stessi, della propria unicità ed irripetibilità.

DI COSA MI OCCUPO?

il mio metodo

Sono una psicologa e psicoterapeuta che si prende cura delle famiglie nelle diverse fasi della loro vita.

Base della società, le famiglie sono il crogiolo nel quale prendono forma l’identità personale e il senso di sicurezza interno.

Focolare di amori incondizionati, ma anche di profondi conflitti, la famiglia nel corso del tempo ha subito profonde trasformazioni.

Come scriverebbe Lev Tolstoj, “Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro. Ogni famiglia infelice è infelice a modo suo”.

Questo vale anche per le famiglie 2.0.

Accanto all’emergere di nuovi modi di stare insieme, le statistiche mettono in luce una fragilità familiare e dei legami testimoniata dall’aumento della conflittualità e delle separazioni.

I nuclei familiari di oggi devono affrontare GRANDI SFIDE.

Le famiglie monoparentali e le famiglie con figli unici devono fare i conti con il rischio della solitudine e della povertà economica e relazionale.

I genitori sono chiamati ad attrezzarsi di nuove competenze educative per far fronte alla crisi adolescenziale dei figli.

I giovani adulti  faticano a trovare lavoro e dunque a progettare una vita autonoma.

Tutto questo ha delle ricadute molto importanti sulle persone e sui loro nuclei familiari.

In questo momento di grande cambiamento sociale, la terapia familiare è il contesto nel quale recuperare lo spazio per permettere ai membri delle famiglie di sentirsi attori e protagonisti attivi rispetto alle esperienze che vivono, e non semplice reazione a ciò che accade intorno, conformi o non conformi, adeguati o non adeguati alle richieste del mondo.

Bene, se hai letto fino a qui, avrai compreso di cosa mi occupo e qual è la mia visione della sofferenza.

Vuoi proseguire il viaggio? 

PERCHE’ QUESTO SITO E COME PUO’ ESSERTI UTILE

Dall’esperienza che ho maturato negli ultimi anni ho capito che le persone, quando si presentano nel mio studio, non vogliono semplicemente “guarire” da un sintomo o liberarsi da una condizione di sofferenza, ma aspirano, più o meno consapevolmente, a stare bene e a migliorare la loro relazione con gli altri, in primis con le persone che hanno accanto.

Questo sito è dedicato alle famiglie del nuovo millennio: etero o gay, allargate, monogenitoriali, senza figli, di fatto o giuridiche. Ogni famiglia è unica e diversa a modo suo.

Per facilitare la navigazione al lettore, ho diviso questo sito in sezioni, così suddivise da sinistra verso destra.

➡️ Nella prima sezione a sinistra trovi:

INIZIA DA QUI

IL MIO METODO

FAQ – DOMANDE PIU’ FREQUENTI

CHI E’ MARA VESCO

➡️ La seconda sezione è dedicata al BLOG, che ho suddiviso in queste sottocategorie:

FAMIGLIE

DISABILITA’

SALUTE

PSICOLOGIA

➡️ Nella terza sezione trovi:

LE MIGLIO RISORSE

PODCAST

➡️ La quarta sezione è dedicata ai servizi professionali da me offerti:

PERCORSI

UNA TERAPIA A MISURA DI FAMIGLIA

DIGITAL COACH PER IPOVEDENTI

➡️ Infine nella quinta sezione trovi i miei contatti:

TROVAMI

Seguimi su YoutubeFacebook, Google Plus, Linkedin

Torna alla HOMEPAGE

Mara Vesco

Sono una psicologa, mi appassionano le storie e le emozioni che accompagnano ogni vita, rendono unico ogni essere umano e il suo contesto familiare. Credo nel cambiamento e nell'importanza della comunicazione come strumento per migliorare la relazione con noi stessi e con gli altri. Lavoro da anni con le famiglie, in particolare mi occupo di disabilità visiva e di genitorialità. Seguimi su Google+