Articoli

In questa pagina trovi tutti gli articoli che ho scritto. Buona lettura!

Il dio greco che soffriva di attacchi di panico

Silvia posò il piede sul primo scalino, senza quasi accorgersene.

Mentre saliva la breve rampa di scale che la conduceva in aula, cercava di ricordare i punti salienti dei libri di testo che aveva studiato negli ultimi mesi.

Stava per entrare in aula, in sottofondo sentiva il ronzio dei presenti all’esame orale, voci indecifrabili, come una radio non sintonizzata sul canale giusto, un po’ come si sentiva lei quel giorno. Continua a leggere

Quel giorno Marco perse il lavoro

Marco perse il lavoro e per la prima volta nella sua vita si sentì un fallito.

All’improvviso il mondo smise di girare, la sua vita pareva essersi fermata.

Era successo tutto molto in fretta, l’accaduto lo aveva stordito e non riusciva a farsene una ragione. Continua a leggere

Lascia che ti racconti una storia…

Lascia che ti racconti una storia…

Secondo un’antica leggenda lo psicologo si occupa solo ed esclusivamente di disagio psicologico.

Non ti nascondo che anche io, quando iniziai a studiare psicologia, la pensavo suppergiù allo stesso modo: ero interessata a comprendere che cosa determinava l’umana sofferenza e soprattutto cosa si poteva fare per superare il disagio psicologico.

Ero giovane. Continua a leggere

Depressione Post-Partum. Riconoscere e prevenire scommettendo sulla coppia

Depressione post-partum: ne sentiamo parlare, sempre più spesso, su giornali, in internet e in tv. Dai dati della letteratura scientifica emerge che nei paesi occidentali circa il 10%-15% delle donne sviluppano uno stato di depressione in seguito alla nascita del loro bambino (in prevalenza tra la quarta e l’ottava settimana dopo il parto) con giornate scandite da senso di solitudine, svuotamento, tristezza e importanti ricadute a livello individuale, familiare e sociale.

Prevenire questi stati si può: Continua a leggere

Come riconoscere la depressione (VIDEO) I had a black dog, his name was depression

Come riconoscere la depressione? “I had a black dog” è un cortometraggio nel quale la depressione viene raffigurata come un enorme e spaventoso cane nero che impedisce di vivere serenamente. Per chi soffre di depressione non è facile parlarne:
“la mia più grande paura era essere scoperto. Mi preoccupavo del giudizio della gente. A causa della vergogna, ero costantemente preoccupato che potessi essere scoperto. Così cominciai a investire una energia smisurata a nascondermi. (…) Se sei in difficoltà, non avere mai paura di chiedere aiuto”.

Continua a leggere

Fotografia e depressione. “Soul pain” di Vanni Stroppiana

Abbiamo già parlato in un articolo passato di fotografia e depressione. Oggi ho ricevuto una bella e inaspettata e-mail. L’articolo che avevo scritto si occupava del progetto fotografico “Soul pain” di Vanni Stroppiana, una sequenza di 29 immagini riguardanti i vissuti della depressione. Ringrazio Vanni Stroppiana per avermi scritto e per il bel messaggio di speranza che vuole trasmettere con questo progetto.

Ecco la mail:

Continua a leggere

Perchè è difficile combattere l’ansia e la depressione?

Oggi proviamo a capire perché l’ansia e la depressione sono così difficili da combattere. Ce lo illustra un fumetto.

Si chiama Nick Seluk, è il disegnatore del popolare fumetto pubblicato sul web “Yeti Awkward”, ha illustrato la storia scritta da Sarah Flanigan, una lettrice che soffre di disturbi d’ansia e depressione.

Di che cosa parla questa storia?  Continua a leggere